Primavera di Roma, le risposte dei candidati a Sindaco di Roma

Roberto Giachetti e Stefano Fassina, candidati Sindaco di Roma, hanno risposto alle 100 domande del documento “19 idee e 100 domande per i candidati”, presentato durante il forum “La Prima(vera) di Roma” del 15 aprile nell’Auditorium Antonianum della Capitale.

“19 idee e 100 domande per i candidati” il Forum “La Prima(vera) di Roma“, è stato promosso da Koiné e si è riunito per la prima volta lo scorso 23 gennaio.

Gettando le basi per una collaborazione duratura fra un centinaio di associazioni, imprenditori e attori del tessuto sociale, pubblico e privato della Capitale, il documento contiene, in 19 schede, idee per il futuro di Roma e domande per chi si propone per amministrare la città.

Deciso a dare un contributo al confronto elettorale e a monitorare l’operato del vincitore, il Forum parte dall’idea di una “partecipazione dei cittadini alle grandi scelte, come elemento distintivo della necessaria discontinuità con il passato”.

Qui il materiale, si tratta di file PDF da scaricare:

Gli ulteriori contributi verranno pubblicati in ordine di arrivo.

Un atto collettivo. Di sinistra.
Per cambiare Roma

Fra poche settimane potremo scegliere un nuovo sindaco per Roma. E per molti di noi sta arrivando il momento di esprimere con forza la propria fiducia in una persona, come richiedono i gravi rischi che corre la città. Ma un attimo prima di questa scelta individuale, noi che abbiamo partecipato a gennaio al confronto nel Forum di Koinè fra sessanta esperienze di progettazione sociale, pubblica e privata, abbiamo scelto di compiere un atto collettivo, di sinistra.
Descrivendo in un Documento la visione di Roma (scarica il PDF cliccando qui), le idee per Roma, che sono emerse da quel confronto e chiamando il 15 aprile tutti i candidati ad assumere impegni per realizzarle. Impegni che vogliamo assieme seguire dopo il voto.

Continua a leggere nel blog di Fabrizio Barca sull’Huffington Post.

Luoghi idea(li), un’occasione per il PD

Il 30 gennaio ci siamo ritrovati a Parma: 18 Circoli del Partito Democratico o organizzazioni cittadine del partito da tutta Italia, 8 ore di lavoro, 3 tavoli. Un seminario per fare un punto a otto mesi dalla fine delle prime sperimentazioni e ascoltare nuove buone pratiche.

Una contaminazione di metodo che interessa sempre più i giovani, l’età media dei partecipanti ai progetti è scesa da 33 a 30 anni, un’occasione per il Partito Democratico nazionale, offrire a questa rete un centro definitivo e forte di riferimento.

Ci vediamo il 30 gennaio a Parma con il Seminario nazionale dei Luoghi idea(li)

A otto mesi dalla fine del progetto, il metodo Luoghi Idea(li) vive di vita propria. Sia nei nove Luoghi, seppure in modi diversi anche nel rapporto con l’organizzazione del partito, sia in altri luoghi che hanno scelto di usare il metodo. E ancora nel confronto nazionale sulla forma-partito, sollecitata anche dalla mappatura del PD romano. Per capire meglio cosa ognuno di noi sta facendo e in quale direzione andare è allora utile costruire un momento di incontro. Questo è il Seminario di Parma.

luoghi ideali locandina.001